leo_72mic_po.jpg (6003 byte)

COMUNE DI FAENZA

Logo Cento Progetti

Settore Sviluppo Economico
Premio Europa 1968

logo Pari Opportunità

vai all'homepage del Comune di Faenza

Informativa cookie

  

Notizie

 

In merito al provvedimento del Garante per la privacy dell'8 maggio 2014 n. 229, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014, si informa che il sito Pari Opportunità del Comune di Faenza non usa cookie; per maggiori informazioni ssi rinvia all' informativa cookie.
 
Il Comune di Faenza promuove la cultura delle pari opportunità tra donne e uomini, contribuendo all’effettiva attuazione dei principi di parità e cercando di rimuovere gli ostacoli e le discriminazioni che di fatto ne impediscono la realizzazione.
Questo sito web, che si è implementato negli anni con le esperienze e i progetti dell’Assessorato alle Pari Opportunità, vuole offrire un punto di incontro su tematiche diverse e trasversali al fine di concorrere ad una lettura positiva della diversità ....."perché la differenza sia un valore".....da promuovere per un armonico sviluppo della società e un modo nuovo di fare cultura e comunicazione.

L’Assessore alle Pari Opportunità
Maria Chiara Campodoni

 

Ma adesso io - marzo 2014
Per il 2014, l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Faenza, d'intesa con gli Assessorati Pari Opportunità dei Comuni dell’Unione della Romagna faentina e con il supporto organizzativo dell’Associazione SOS Donna di Faenza, ha programmato una serie di iniziative coordinate, per tutto il mese di marzo e aprile.
L'iniziativa è promossa  in occasione della Festa della Donna e nell’ambito delle iniziative relative al Concorso letterario Internazionale di scrittura femminile “Ma adesso io”, per valorizzare la presenza delle donne sul piano culturale, politico e sociale.
Anche quest'anno sono previsti una serie di incontri, aperti a tutta la cittadinanza, nei comuni di area faentina.
Scarica il programma delle iniziative >>

 

"Un posto occupato", quello che troppe donne non potranno mai più occupare
Sos Donna, Teatro Masini e il suo Ridotto aderiscono all'iniziativa nazionale "Un posto occupato", quello che troppe donne non potranno mai più occupare. C'è un "posto occupato" per loro ma loro non potranno mai più usufruirne: anche in luoghi culturalmente emblematici di Faenza come il Teatro Masini e il suo Ridotto, per la Stagione 2013/14, una sedia è riservata simbolicamente alle tante donne uccise per mano di un uomo. Accademia Perduta/Romagna Teatri e Sos Donna hanno infatti scelto di aderire alla campagna nazionale "Un posto occupato", riempiendo con la locandina dell'iniziativa il posto che sarebbe potuto essere occupato da una donna uccisa..
Leggi la notizia completa >>
 
 

 

   
 

 

 

         
         
Home page pari opportunità   Sito internet - Faenza Sito internet - Suap

E_mail - Pari Opportunità

Aggiornata al 26 marzo 2014