leo_72mic_po.jpg (6003 byte)

COMUNE DI FAENZA

LogoCentoProgett.gif (2479 byte)

Settore Sviluppo Economico
Premio Europa 1968

logo Pari Opportunità

home  > Sicurezza e Disagio > Progetto Arianna


Rete Nazionale Antiviolenza - Progetto Arianna
Numero unico di pubblica utilità - 1522 - a sostegno delle donne vittime di violenza

Il Dipartimento per le Pari Opportunità ha promosso un progetto pilota che prevede l’attivazione di una “Rete Nazionale Antiviolenza” - Progetto Arianna - nonché l’organizzazione e gestione di un servizio di call center mediante un numero unico di pubblica utilità “1522” a sostegno delle donne vittime di violenza intra ed extra familiare.
Il Progetto “ARIANNA” nasce perciò dalla necessità di incrementare l’attenzione sociale ed istituzionale sul problema della violenza intra ed extra familiare contro le donne, nonché dall’esigenza di definire in tale ambito modelli di intervento omogenei e diffusi, sperimentabili sull’intero territorio nazionale.

Il Progetto “ARIANNA” prevede azioni di coinvolgimento progressivo dei territori, con l’individuazione iniziale di 20 territori pilota con cui siglare un protocollo sperimentale di integrazione tra call center e centri antiviolenza, in sinergia con il servizio di accoglienza telefonica nazionale e la successiva espansione della rete.

I Territori Pilota sono scelti dal Dipartimento per le Pari Opportunità sulla base di alcuni indicatori, fra cui la presenza nei territori di centri antiviolenza e di servizi utili all’accoglienza, attività di rete locale, realizzazione di progetti locali sull’integrazione socio-sanitaria, sensibilizzazione o formazione del personale, disponibilità alla sperimentazione.

Il Comune di Faenza, Assessorato alle Pari Opportunità, ha ritenuto di aderire in qualità di Territorio Pilota nell’ambito del Progetto “ARIANNA - Attivazione Rete nazIonAle aNtivioleNzA”, sottoscrivendo, in data 6 maggio 2009, il Protocollo d’intesa con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità (622 kb - documento PDF) e individuando, quale Soggetto referente di contenuto ed azione territoriale per l’attuazione del protocollo, l’Associazione SOS Donna di Faenza, soggetto gestore del Servizio Fe.n.ice, , centro di ascolto e prima accoglienza, sostegno economico e legale e orientamento a nuovi progetti di vita e di lavoro per donne che hanno subito violenza.

Pertanto, dal 22 maggio 2009 è stato attivato il trasferimento di chiamata per il territorio del Comune di Faenza, negli orari di apertura del Servizio Fe.n.ice., le operatrici e le volontarie di Sos Donna si troveranno a rispondere alle chiamate in arrivo da tutta Italia smistate dal call center nazionale.
Il centro antiviolenza faentino è entrato quindi a far parte di un sistema di monitoraggio nazionale del fenomeno e potrà mettere le proprie competenze a servizio di un bacino sempre più ampio di utenti in difficoltà.

Sul portale di ARIANNA www.antiviolenzadonna.it sono contenute tutte le schede descrittive dei Territori pilota che partecipano al Progetto.
 

 

E_mail - Pari Opportunità Home page pari opportunità Sito internet - Faenza Sito internet - Suap

Sito internet - Settore sviluppo economico

Aggiornata al 27 settembre 2010